top of page

Vivere sereni in pensione in Albania, scegliere un paesino vicino Durazzo



L’intervista di Graziano ci conduce in altri argomenti d’interesse per quanto riguarda il trasferimento in Albania e il naturale confronto tra l’Italia e questa nazione situata dall’altra parte dell’Mar Adriatico. La cosa che emerge da questa come da altre nostre interviste a italiani trasferiti in Albania di cui trovate le interviste sul nostro canale YouTube, è una sorta di doppio movimento incrociato, un crocevia che ha le sue origini negli anni Novanta, e che continua ininterrotto.


La differenza, però, negli ultimi 10 o 15 anni, è che il movimento non è più a senso unico, ma è diventato bilaterale. Risulta chiaro che il movimento di albanesi verso il nostro paese risponde ai canoni che caratterizzano i processi migratori classici. Ovvero, le popolazioni più povere vanno a cercare lavoro nei Paesi economicamente più ricchi. Se trent’anni fa era una compagine mossa dalla disperazione, col tempo la schiera di immigrati albanesi si è composta di persone in grado non solo di portare mano d’opera a buon mercato, ma anche di generare impresa e quindi lavoro per connazionali e no. Come noi italiani, popolo di emigranti, sappiamo bene, tra gli espatriati albanesi, come sempre, è forte il sentimento nostalgico per la terra d’origine, pur tuttavia, questo non sembra sufficiente per riportarli in patria.


La maggior parte di loro si stabilizzano in Italia, e lì crescono i loro figli, ormai perfettamente integrati. Ma non avviene sempre così, e nel finale del video ne vedremo un'esempio. Il movimento opposto, cioè quello di italiani verso l’Albania, ci sembrato di capire, si compone di tre compagini principali. Imprenditori che hanno decentralizzato la produzione a favore di una manodopera e una tassazione più convenienti; pensionati che sfruttando la detassazione totale della pensione e il minor costo della vita, si trovano a vivere in Albania in condizioni di agio sempre meno probabili in Italia; e, terza e neo compagine, i giovani professionisti, specie del lavoro online, che usufruiscono di agevolazioni fiscali notevolissime, abbinate a costi della vita molto ridotti che consentono loro di mettere da parte quei soldi necessari per poter pensare di costruire una vita autonoma, cosa da noi è sempre più difficile. Anche l'Albania, dunque, sta facendo qualcosa per i nostri giovani volenterosi!


Di fatto, a quel che ci risulta, tra questi due paesi v’è una relazione per molti aspetti osmotica: parti delle loro popolazioni trovano nell’avvicendarsi nei rispettivi Paesi risposte soddisfacenti alle loro necessità o ai loro desideri.

Crediamo che basterebbe questo per vedere con simpatia le relazioni tra queste due nazioni dirimpettaie! Graziano ci racconta una storia emblematica.

Amico, stretto, di un imprenditore albanese che in Italia ha messo in piedi un’azienda che da lavoro a 50 persone, al momento di godersi il meritato riposo, dopo 49 anni di lavoro, accoglie l’offerta dell’amico di appoggiarsi nella casa che ha costruito a Karpen ( Kavaje) e nella quale torna si e no per le feste comandate.


La casa come vedrete dall’intervista è un luogo ameno e gradevolissimo che risponde ai piaceri di Graziano e sua moglie Antonella di vivere un po’ isolati, in campagna. A questo punto Graziano, dopo aver quasi dovuto imporre all’amico il suo pagamento di un affitto, convenientissimo per altro, decide di trasferirsi in Albani in pianta stabile. I parenti del suo amico diventano in certo qual modo la sua famiglia e vi invito ad ascoltare l’intervista per giudicare il grado di soddisfazione che Graziano prova rispetto alla sua scelta di vita.



Ecco in questa storia ci sembra ci sia il senso di quella "osmosi" di cui accennavamo sopra. Come ciliegina sulla torta, ascolterete il fratello dell’amico di Graziano, Bilal che è tronato a vivere in Albania pur avendo la cittadinanza italiana. Il suo ricordo e la sua gratitudine verso gli italiani traspare fortemente nelle sue parole. I suoi figli sono tra coloro che tornano in Albania per le vacanze. E va bene così! Diverso lo stato di sviluppo di un Paese, diverse sono le necessità e i desideri dei suoi cittadini.


Gi Italiani trasferiti in Albania, ascolterete pensionati, giovani digitalizzati, imprenditori, ci raccontano di una vita piena di tranquillità. Non scevra di problematiche, ma coese in rapporti umani molto forti, gli stessi che da noi hanno lasciato il posto troppo spesso alla "fretta da rata di mutuo", alla sfiducia verso tutto e tutti e anche bisogna dirla a quella orribile e lacerante cosa che è l'invidia sociale.


Grazie Graziano per questa tua entusiastica intervista.


Iscrivetevi al nostro canale YouTube per seguire interessanti storie di cambio vita!





90 visualizzazioni1 commento

1 Comment


Guest
Jul 16, 2023

Buona sera. Mi chiamo Roberto Muroni,abito attualmente in Sardegna,e sinceramente non sto male in quest'isola. È da tempo che seguo i vostri servizi sul canale YouTube.Ho deciso comunque di defiscalizzare la mia pensione,in merito a ciò avrei bisogno di qualche preventivo da parte di una vostra agenzia di fiducia . In attesa di una vostra gentile risposta ringrazio per l'attenzione

Like
bottom of page